Come arredare un monolocale

Come arredare un monolocale
Arredare uno spazio piccolo non è mai semplice.
Prima di tutto perché il più delle volte uno stesso spazio deve avere funzioni estremamente diverse (esempio? camera da letto ma anche soggiorno e area relax). 
In secondo luogo, perché si rischia di cadere nel disordine più totale se questo spazio non è ben organizzato. 
Infine, non è semplice dare carattere, stile, rendere piacevole uno spazio di piccole dimensioni come un monolocale. 

Partiamo da alcuni semplici punti: prendendo spunto dai nostri consigli potrai riuscire ad arredare un monolocale con stile e design. 

1. Ogni cosa deve avere una collocazione precisa
Inutile dire che è bandita la sovrabbondanza per far spazio al minimalismo.
Una prima fase di decluttering in cui si regalano o vendono doppioni, oggetti non utilizzati, indumenti datati è obbligatoria. 

Una volta fatto il decluttering iniziale, bisogna organizzare tutto in modo che per ogni categoria di cose (piatti, indumenti, libri, utensili, varie) ci sia una collocazione e un luogo preciso dove riporli. 

Negli spazi piccoli un armadio a muro può trasformarsi in un “tuttofare”: un’anta può ospitare cappotti, un’altra scopa e aspirapolvere e un'altra ancora scarpe o scartoffie. Quindi anche gli arredi, così come gli spazi, diventano multifunzionali. Essenziale organizzare attraverso scatole contenitive e organizer di vario genere.

2. Un'unica palette di colori
Nella scelta degli arredi di tutto il monolocale è essenziale seguire un’unica palette colori.
Questo è consigliato anche per case grandi ma vale specialmente negli ambienti unici come i monolocali. Seguire una palette colori definita significa selezionare quelle tonalità che faranno da filo conduttore: 3 tinte neutre (anche uno stesso colore ma in declinazioni differenti) e 2 toni colorati più decisi che daranno carattere e profondità all’ambiente. 

Un esempio di palette colori funzionante può essere: Tortora, Beige, Caffellatte + Verde Salvia e Terracotta

3. Gli arredi devono essere multifunzionali 
L’abbiamo detto all’inizio: uno stesso spazio avrà più funzioni, per questo motivo si deve adattare a diverse situazioni e necessità. Un’idea potrebbe essere un letto futon basso disposto centralmente all’ambiente che all’occorrenza può diventare un comodo divano.

Un tavolino tondo con due semplici sgabelli (come il set Meridio con sgabelli Op) può essere tavolo da pranzo, tavolino smart working o, posizionato all’ingresso, un comodo svuotatasche. Siate creativi e geniali nella scelta degli arredi. 

scaffale libreria 4. Suddividere e non separare
Un altro elemento essenziale è il concetto di suddivisione ma senza separare. Le zone devono apparire divise ma senza ostacolare la vista o chiudere gli ambienti. Si può delineare una zona in diversi modi. Attraverso un tappeto, con una libreria bassa o un portavasi. Si intuisce che si tratta di un’area separata dal resto ma allo stesso tempo l’ambiente non appare troppo piccolo.   

5. Dettagli
Cosa rende un monolocale piacevole e bello da vivere? I dettagli! I dettagli fanno la differenza soprattutto negli ambienti piccoli. Ecco quindi che elementi come la carta da parati giusta, una grande pianta all’ingresso in un bel portavasi, un vassoio multifunzione, una candela per fare atmosfera, riescono a ricreare quella sensazione piacevole di “casa” tutta da vivere.

Riepilogando ecco 5 consigli per arredare al meglio un monolocale:
  1. Decluttering e organizzazione per avere ogni cosa in una collocazione precisa
  2. Palette colori unica per tutta la casa
  3. Arredi multifunzionali ed utili
  4. Suddivisione di zone e aree con tappeti o altri sistemi che non chiudano però l’ambiente
  5. Dettagli che colpiscono e rendono piacevole l’ambiente

Lasciati ispirare, guarda le nostre collezioni per il living

Scopri di più

Fioriere design
Come arredare il pianerottolo di casa: 5 regole d'oro

Commenta

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.